03 Luglio 2020
news
percorso: Home > news > news

Seminario Pregeo 10 e Docfa 4

12-03-2010 - news
Il 13 marzo scorso, su iniziativa del Collegio dei Geometri, si è tenuto presso il MyOne Hotel Galilei di Pisa un seminario di aggiornamento sulle nuove procedure ministeriali in materia di aggiornamento del Catasto Terreni e del Catasto Fabbricati.
Il convegno ha avuto inizio con i saluti del Presidente del Collegio Geom. Giacomo Arrighi al direttore dell´Agenzia del Territorio di Pisa Ing. Rodolfo Scheveger, ormai prossimo alla pensione, con i ringraziamenti al medesimo da parte di tutti gli intervenuti per il prezioso lavoro svolto in questi anni.

Le novità introdotte da Pregeo 10, obbligatorio a partire dal prossimo 1° giugno, sono state illustrate dal Geom. Settimo Giuliano il quale ha messo in evidenza l´importante novità dell´approvazione automatica degli atti di aggiornamento addirittura dopo pochi minuti dall´inoltro telematico, senza l´intervento del tecnico catastale o comunque con un controllo "a valle" e non più "a monte" del processo di trattazione. I nuovi estratti di mappa per l´aggiornamento (che non potranno più essere autoallestiti salvo per pochi casi particolari) conterranno molte più informazioni, ovvero i dati censuari completi delle particelle, elementi grafici e testuali oltre all´indice di affidabilità, un parametro che fornirà importanti indicazioni sull´affidabilità della mappa (dipendente dal metodo di formazione e di vettorizzazione) e che sarà aggiornato dinamicamente dopo ogni tipo. Infine il nuovo Pregeo 10 darà ai tecnici strumenti utili per la redazione del modello integrato e della relazione tecnica.

Per quanto riguarda invece il Catasto Fabbricati, il Geom. Pierluigi Pepe ha parlato delle scarse novità apportate dal Docfa 4 e delle invece significative novità introdotte dalla circolare n.4/2009. Dalle riunioni informative succedute all´uscita della discussa circolare, è emerso che la bistrattata categoria F/1 delle aree urbane non è stata propriamente "bandita" come faceva intuire il testo della norma. La nuova interpretazione (non ancora ufficiale) dice che sarà ancora possibile costituire aree urbane senza necessità di fare il frazionamento a Catasto Terreni, purchè si operi all´interno dello stesso lotto urbano. In pratica, non cambia nulla...
Discorso diverso invece per la categoria F/4 che non si potrà più utilizzare, rendendo così le variazioni per "trasferimento di diritti" praticamente uguali negli effetti alle variazioni per "divisione". Si attendono ulteriori chiarimenti e interpretazioni ufficiali...

L´ultimo argomento in programma ha suscitato non poche polemiche in sala, quando l´Ing. Bertolaccini ha illustrato le procedure di Alta Valenza Fiscale, ovvero i controlli a tappeto che l´Agenzia del Territorio ha eseguito al fine di "beccare", con l´ausilio di fotografie aeree, tutti gli immobili non dichiarati in catasto. Ai possessori di questi immobili è già stata notificata la richiesta di regolarizzazione e sono iniziati gli accatastamenti d´ufficio per chi non ha provveduto ad affidare l´incarico ad un tecnico di parte. La polemica è sorta circa la facoltà dei tecnici di procedere all´accatastamento anche in caso di immobili abusivi. In sostanza il dilemma è se un tecnico debba o meno procedere all´espletamento dell´incarico con tutte le responsabilità del caso senza essere tenuto a verificare la legittimità urbanistica dell´immobile. Il problema è rimasto irrisolto, l´unica certezza emersa è che il tentativo dell´Agenzia del Territorio di combattere l´evasione fiscale non è stata recepita in maniera positiva dalle amministrazioni comunali che avrebbero dovuto supportare l´iniziativa.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account